Considerazioni sul matrimonio

Negli ultimi tempi, una cosa che mi ha molto colpito, è come il matrimonio diventi per alcune persone una specie di gioco o di esperimento.

Di pochi giorni fa la notizia di un quarantenne di Napoli che ha deciso di sposarsi con se stesso.. allo stesso tempo, in tv, la trasmissione “Matrimonio a prima vista” che si pone come un esperimento sociale coinvolgendo in questa pazzia non solo i futuri sposi ma anche le loro famiglie..

Io sono convinta del fatto che il matrimonio è un impegno, è uno scambio di promesse sincere tra due persone che hanno condiviso un pezzo di vita insieme e hanno deciso di voler stare per sempre uno a fianco dell’altra.

Il giorno del matrimonio deve essere un giorno di festa, un ricordo felice che rimane nonostante il passare del tempo. È importante e bello viverlo al massimo! .. ma è nella quotidianità che si va avanti e che ci si deve impegnare giorno dopo giorno!

Ecco una poesia che ho trovato e che dedico come augurio a tutti i futuri sposi!

Giuliana

 

 

L’arte del matrimonio

(Wilferd A. Peterson)

 

La felicità nel matrimonio non è qualcosa che semplicemente accade

un buon matrimonio deve essere creato.

In un matrimonio le piccole cose sono le più grandi …

e non si è mai troppo vecchi per tenersi mano nella mano.

E’ ricordarsi di dire “ti amo” almeno una volta al giorno.

Non è mai andare a dormire arrabbiati.

E’ mai darsi per scontati l’un l’altra;

perché le attenzioni non finiscano con la luna di miele,

ma continuino giorno dopo giorno, negli anni.

E’ avere in comune valori e obiettivi.

E’ stare in piedi insieme di fronte al mondo.

E formare un cerchio d’amore che accoglie in tutta la famiglia.

E’ fare le cose l’uno per l’altro, non per dovere o sacrificio,

ma con spirito di gioia autentica.

E’ apprezzare con le parole, dire grazie con modi premurosi.

Non è alla ricerca della perfezione nell’altro.

E’ coltivare la flessibilità, la pazienza,

la comprensione e l’ironia.

E’avere la capacità di perdonare e dimenticare

e creare un ambiente in cui ciascuno può crescere.

E’ trovare spazio per le cose dello spirito

e della ricerca comune del bene e del bello.

E’ stabilire un rapporto dove l’indipendenza,

la dipendenza, e l’obbligo sono alla pari.

Non è solo sposare la persona giusta, è essere la persona giusta.

E’ scoprire ciò che il matrimonio può essere, nel meglio.

Pubblicato in wedding planner martedì 9 maggio 2017